Teatro Massimo di Palermo

Stagione 2014 Teatro Massimo di Palermo

Dopo lo splendido concerto di Capodanno, che quest’anno è stato trasmesso anche in diretta sul maxi schermo posto davanti al teatro, rendendo così la musica libera da qualunque barriera, il Teatro Massimo di Palermo si appresta a vivere una nuova e ricca stagione di concerti, opere e balletti.

La Stagione di opere e balletti 2014 del Teatro Massimo avrà un forte accento palermitano, con tre nuove produzioni interne sui nove titoli proposti. Da Emma Dante a Desirée Rancatore ed Eleonora Abbagnato – tre donne che rappresentano l’eccellenza artistica siciliana nel mondo – e ancora Gabriele Ferro, Francesco Zito e Vincenzo Taormina.

Un programma che comprende un’ampia parentesi storica del repertorio operistico, da Mozart a Strauss, passando per Bellini, Donizetti e gli immancabili Verdi e Puccini, e due “classici” della danza, “Romeo e Giulietta” e “Carmen”, opere e balletti messi in scena con artisti di rilievo internazionale e allestimenti che faranno scoprire al pubblico anche nuove letture di grandi classici, come nel caso di “Norma”, o la sontuosità della tradizione italiana nel caso di “Tosca.

Il Massimo non rinuncia ad una sua caratteristica peculiare, cioè la proposta di titoli meno usuali come l’inaugurazione con “Feuersnot” di Richard Strauss (del quale nel 2014  si celebrano i 150 anni dalla nascita), in prima per Palermo, affidata alla regia di Emma Dante e alla bacchetta di Gabriele Ferro, e la prima italiana di “Švanda, dudák” di Jaromír Weinberger, compositore ceco-americano vissuto nella prima metà del XX secolo.

La stagione di opere e balletti avrà inizio il 18 gennaio 2014. Qui il programma completo .

Il 1 febbraio invece avrà inizio la Stagione Sinfonica che si presenta come il giusto complemento di quella di opere e balletti, della quale calca le orme completando importanti ritratti d’artista. E’ innanzitutto il caso di Richard Strauss, del quale celebriamo il 150° anniversario della nascita, e di Wolfgang Amadeus Mozart: due compositori d’importanza capitale per il repertorio operistico ma anche sinfonico e cameristico, che saranno i protagonisti del mese di aprile, con cinque appuntamenti loro dedicati. Non mancano naturalmente pagine del più noto repertorio classico e romantico tedesco, con Haydn, Beethoven e Brahms, o ancora Mahler e Bernstein, ma anche il repertorio russo e francese con Stravinskij e Ravel. Importante la valorizzazione delle professionalità interne, con occasioni solistiche affidate ad alcuni professori d’orchestra, tre cantanti palermitane come Laura Giordano, Marianna Pizzolato e Chiara Amarù, e un finale in autunno con tre bacchette d’eccezione, Gabriele Ferro, Daniel Oren e Omer Meir Wellber.

Qui il programma completo

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *