d-slaves anteprima

“Strana”, prima fatica ufficiale del progetto D-Slaves

Il 30 marzo è uscito per Dcave records “Strana”, prima fatica ufficiale del progetto D-Slaves .

La band nasce solo pochi anni fa, eppure possiede una spina dorsale forte e solida, dalla loro parte la sfrontatezza del rock d’altri tempi e un groove fresco ed eclettico. “Strana” è l’EP d’esordio, prodotto da Daniele Grasso e Samuela Schilirò dopo un breve periodo di preproduzione a The Cave Studio di Catania.

Tre tracce apri pista che forniscono un’idea del sound “distorto” dei D-Slaves, uno scorcio fresco e diretto di quello che sarà il primo album, che vedrà la luce nell’Ottobre di questo stesso anno, sempre per Dcave records.

“STRANA” EP
Il primo passo dell’affermazione della nostra personalità musicale è questo primo EP …
La nostra idea di musica è strana di nome e di fatto: non indie e non di certo italico pop… “Strana” è l’antipasto di un full-lenght già in lavorazione. Una session live in studio con la genuinità della prima volta e come una volta. Il nastro che gira, la band che suona, la voce che racconta.
D-Slaves riporta la musica al centro della storia. Anzi parafrasando una vecchia pubblicità: STRANA una storia con la musica nel mezzo.

Tracklist:
Strana: “sei strana” credo sia uno dei complimenti più belli che si possa ricevere; a noi capita spesso di sentircelo dire e se magari da piccolo ti chiedevi il perché, con il tempo impari che è proprio la tua “particolare” unicità che ti permette di sopravvivere in questo mondo privo di colore.
Instabile: l ‘ amore ti fa sorridere, ti rende stupido, non ti fa capire nulla, l’ amore accende il desiderio…. e se non fosse amore?
Viva la campagna: un promemoria, la descrizione di una realtà frenetica dei fine ’60 perfettamente adattabile alla nostra; un po’ stressati dai rumori, un po’ tristi perché dalla città le stelle non si vedono più. Proprio quando i livelli di stress si alzano, necessitiamo di luoghi che ci permettano di ascoltare il silenzio, senza chiedere nulla. Basta solo ricordarlo!

Articoli correlati

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *