Teatro Politeama di Palermo

Il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo

A Piazza Ruggero Settimo, praticamente a metà tra la città vecchia e la città nuova, si trova il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, uno dei simboli più rappresentativi ed amati della città, al punto che l’intera piazza è stata ribattezzata dai palermitani come Piazza Politeama.

Questo imponente teatro, che si ispira al Colosseo di Roma, domina tutta la piazza, è praticamente il punto di ritrovo per eccellenza, ovvero da dove partire per iniziare una passeggiata in centro. Il suo stile pompeiano è decisamente in contrasto con quello più elegante e maestoso del Teatro Massimo, in perfetta armonia con quelle che sono state fin dall’inizio le destinazioni d’uso dei due edifici: mentre il Teatro Massimo era ed è destinato ad un pubblico più aristocratico che predilige l’opera lirica, il Teatro Politeama Garibaldi era ed è destinato ad un pubblico più “popolare” che ama anche l’operetta, concerti di musica contemporanea e leggera, spettacoli comici e quant’altro.      

DSCF3439

 

La sua costruzione inizia nel 1817, quasi in contemporanea con quella del Teatro Massimo, su progetto del giovane e brillante architetto Giuseppe Damiani Almeyda, nato a Capua da genitori siciliani.  Il progetto iniziale prevedeva la costruzione di un anfiteatro, quindi senza una copertura, ma in seguito l’esigenza di allargarsi anche ad altri tipi di spettacoli portò a quello che è il progetto attuale, ovvero un vero e proprio teatro. L’apertura ufficiale avvenne nel 1891, alla presenza di re Umberto e della regina Margherita, e fu rappresentato l’Otello di Verdi.

L’esterno è dominato da un arco trionfale che costituisce l’ingresso e un colonnato su 2 piani che nella forma ricorda proprio il Colosseo di Roma. In effetti i 2 elementi ricordano molto lo stile romano. Sopra l’arco di ingresso si trova una Quadriga bronzea, opera di Mario Rutelli, che rappresenta  il “Trionfo di Apollo ed Euterpe” fiancheggiata da una coppia di cavalli bronzei e cavalieri modellati da Benedetto Civiletti e che rappresentano i giochi olimpici. 

Ma non fermatevi ad ammirare solo l’esterno. E anche se non volete andare a vedere uno spettacolo, potete fare una delle tante visite guidate che periodicamente durante l’anno vengono proposte, e scoprire così le bellissime sale interne e la platea.

FOTOGALLERY

CONTATTI

Teatro Politeama Garibaldi 
Piazza Ruggero Settimo, Palermo
Per maggiori dettagli visita il sito http://www.orchestrasinfonicasiciliana.it/

Articoli correlati

  • Teatro Massimo di PalermoTeatro Massimo di Palermo Il Teatro Massimo è uno dei gioielli più rappresentativi della città di Palermo, uno dei suoi simboli più riconoscibili. Con la sua imponente facciata in […]
  • Palermo: cosa vedere e cosa fare nel capoluogo sicilianoPalermo: cosa vedere e cosa fare nel capoluogo siciliano Capoluogo della Sicilia e sesta città d'Italia, Palermo, da poco nominata Capitale Italiana della Cultura per il 2018, è una città tutta da scoprire. Una […]
  • 07-Palazzo-Alliata-di-VillafrancaPalazzo Alliata di Villafranca La città di Palermo è ricca di palazzi storici appartenuti a importanti famiglie nobiliari. Palazzo Alliata di Villafranca è sicuramente tra i palazzi più […]
  • Chiesa di Santa Caterina a PalermoChiesa di Santa Caterina a Palermo In pieno centro storico a Palermo, con l'ingresso principale che dà su Piazza Bellini (praticamente di fronte la Chiesa di S. Maria dell'Ammiraglio e la […]
  • Villino Florio all’Olivuzza di PalermoVillino Florio all’Olivuzza di Palermo Passeggiando lungo il quartiere della Zisa di Palermo, così chiamato per il Castello arabo-normanno ed il limitrofo bellissimo giardino, si incontrano molte […]
  • Itinerario e mappa della Palermo Arabo-NormannaItinerario e mappa della Palermo Arabo-Normanna Quando si parla di stile arabo-normano si fa riferimento ad uno stile davvero unico nel suo genere, presente esclusivamente in Sicilia, soprattutto nella […]

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *