favignana

Le più belle spiagge e calette di Favignana

La chiamano così, la “farfalla sul mare“, per via della  sua particolare forma vista dall’alto. Stiamo parlando di Favignana, la più grande delle isole Egadi, a pochi km dalla costa di Trapani. Un’isola bellissima, per metà rocciosa e per metà pianeggiante, con moltissime spiagge e piccole calette di una bellezza straordinaria, dai colori verde-azzurro brillanti, di quelle che ti fanno strabuzzare gli occhi dalla sorpresa, di quelle che ti fanno venire voglia di gridare al mondo che la natura sia straordinaria.

Favignana è un luogo da vivere, in tutte le sue sfaccettature da isola mediterranea, con il suo porticciolo, i pescatori che al mattino presto arrivano con le barche cariche di pesci, il delizioso centro abitato con negozietti, bar, ristoranti e locali aperti fino a tarda sera, le sue atmosfere rilassate, poche automobili, tante biciclette, stradine poco asfaltate e polverose, una natura selvaggia, ottimo cibo, gite in barca, ed ovviamente, come anticipato prima, il suo splendido mare.

LE SPIAGGE DI FAVIGNANA

Cala rossa Favignana Sicilia
Cala Rossa

Ma quali sono le spiagge più belle di Favignana? La più bella ed affascinante è senza dubbio Cala Rossa, di fronte all’isola di Levanzo. Rossa perché un tempo su queste acque fu combattuta una sanguinosa battaglia ai tempi delle guerre puniche. Oggi di rosso non c’è praticamente nulla, spicca solo l’azzurro dell’acqua talmente limpida che le barche sembrano sospese nel nulla! Quando arrivi dall’alto, dopo avere parcheggiato l’auto lungo la strada, e ti trovi di fronte questo scenario, non puoi fare altro che rimanere senza parole: davanti a te una gigantesca piscina naturale e la sensazione di trovarsi dentro una cartolina ritoccata con Photoshop! Niente cartolina e niente Photoshop: credici, questa è la realtà! La spiaggia è rocciosa, non c’è possibilità di piazzare un’ombrellone, quindi meglio armarsi di crema solare, cappellino, scarpe da scoglio. Ma credetemi, una volta entrati in acqua non vorrete uscire più!

Panoramica_Cala_Azzurra
Cala Azzurra

Non è certamente da meno Cala Azzurra, a sud dell’isola, praticamente all’opposto di Cala Rossa. Il colore azzurro del nome è assai pertinente allo scenario. Qui c’è una piccola spiaggetta di sabbia, ma davvero molto piccola, il fondale è sabbioso e la sensazione è sempre quella di una grande piscina. Assolutamente imperdibile! 

Lido Burrone
Lido Burrone

Lido Burrone è l’unico vero e proprio lido attrezzato presente sull’isola, con una spiaggia di sabbia bianca un po’ più grande, più comoda ed accessibile rispetto alle altre. Molto adatta ai bambini. Anche qui splendidi colori assicurati

cala rotonda
Cala Rotonda

Per gli amanti dello snorkeling Cala Rotonda è l’ideale, con la sua spiaggia di rocce e ciotoli ed i bellissimi fondali ricchi di pesci. Qui spicca un arco di pietra modellato da vento e salsedine chiamato l’approdo di Ulisse.

Tra le altre spiagge segnaliamo la piccola e sabbiosa Marasolo, i Calamoni che sono un misto di sabbia e roccia, la rocciosa e suggestiva Cala Graziosa, la spiaggia del Preveto di fronte l’omonimo isolotto e le piccole calette di Punta Sottile dove si può ammirare lo splendido tramonto dietro il faro.

COME ARRIVARE

Per arrivare a Favignana occorre prendere il traghetto o l’aliscafo che parte dal porto di Trapani. Le compagnie che collegano le Egadi sono la Siremar e Ustica lines, con imbarcazioni che partono a più ore del giorno.
traghettilines

COME MUOVERSI

Il modo migliore per girare Favignana è sicuramente la bicicletta. Essendo gran parte dell’isola pianeggiante non sarà faticoso raggiungere le varie spiagge. Si può noleggiare una bicicletta nei tanti negozietti che si trovano attorno alla zona del porto. Comodo è anche lo scooter. In ogni caso è possibile imbarcare l’auto, anche se durante il periodo estivo può risultare difficile trovare parcheggio.

COSA VEDERE 

favignana tonnara florio 0104
Tonnara Florio

Se volete conoscere a fondo la storia dell’isola di Favignana allora non potete perdervi la visita all’Ex Stabilimento Florio, l’antica tonnara dove un tempo venivano custodite le barche della mattanza e dove veniva conservato il tonno. Oggi è diventato un museo. Per dettagli su orari e costi consultate la pagina facebook del museo.

COSA MANGIARE

Ovviamente la specialità del posto è il pesce. Non si può venire a Favignana e non mangiare il tonno, preparato in mille modi: semplicemente arrostito, con la pasta, in agrodolce, a polpette, o nelle mille conserve che vengono preparate e che si trovano nei tantissimi negozietti del centro abitato. Altra specialità è il cous cous, ovviamente di pesce.

 

 

Articoli correlati

  • Laguna di MoziaL’isola di Mozia Circondata dalle basse acque della laguna dello Stagnone di  Marsala, si trova la piccola ed incantevole isola di Mozia, un tempo colonia Fenicia, ed oggi […]
  • Spiaggia di MacariLa spiaggia di Macari Bue Marino A pochi chilometri dalla rinomata, bellissima  ed affollata spiaggia di S. Vito Lo Capo si trova la spiaggia di Macari, che si ricava il suo spazio a metà […]
  • IMG_6313Le 10 più belle spiagge della Sicilia Fare una classifica con le 10 più belle spiagge di Sicilia non è certo un'impresa facile. Perché di spiagge bellissime, di location affascinanti, di luoghi […]
  • mondelloLa spiaggia di Mondello ed il suo delizioso borgo marinaro Se dici Mondello la prima cosa che ti viene in mente è sole, mare, acqua cristallina dai colori caraibici, sabbia bianca, estate, sole, caldo e tanto […]
  • Aci TrezzaLa Riviera dei Ciclopi di Aci Trezza A 9 km da Catania, sulla costa ionica, si trova il piccolo borgo di pescatori di Aci Trezza, famoso per lo splendido ed imponente scenario della Riviera dei […]
  • Spiaggia di CapaciIsola delle Femmine A pochissimi chilometri da Palermo, in direzione Trapani, si trova un bellissimo lungomare che parte da Barcarello, passa per Sferracavallo e arriva ai comuni […]

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *