La Chiesa del Gesù di Casa Professa a Palermo

La chiesa del Gesù di Palermo, meglio conosciuta come Casa Professa, è una delle più imponenti, spettacolari e significative chiese barocche di tutta la Sicilia. Un tripudio di marmi, stucchi e decorazioni, che rivestono ogni centimetro quadrato della superficie interna, vi lasceranno a bocca aperta non appena varcherete la soglia. Impossibile rimanere indifferenti di fronte alla spettacolarità di queste opere. Una meta imperdibile per chi ama l’arte e soprattutto per chi non sa resistere al fascino emozionale che il barocco sa esprimere.
La chiesa è stata costruita a partire dalla metà del ‘500, dopo l’arrivo dei Gesuiti a Palermo, ed è stata poi decorata dagli inizi del ‘600.  In questo articolo vi parlerò delle origini della chiesa e del percorso relativo alle sontuose decorazioni interne. Alla fine dell’articolo una piccola curiosità sul significato dell’arte barocca che probabilmente vi aiuterà a comprendere meglio il perché di una scelta decorativa così ricca.

I Gesuiti a Palermo e la fondazione della chiesa


La fondazione della Chiesa del Gesù di Casa Professa  si fa risalire intorno alla metà del ‘500, con l’arrivo dei gesuiti a Palermo. Ma chi sono i gesuiti? I gesuiti, appartenenti alla Compagnia del Gesù, sono un ordine religioso nato pochi anni prima per volontà di S. Ignazio di Loyola  e destinato a diventare uno dei più importanti e potenti di tutta la chiesa. Furono infatti in prima linea nella lotta contro il protestantesimo, riuscendo a riconvertire molti fedeli. La loro politica culturale si basava sul rinnovamento della chiesa nei suoi fondamenti: nacquero così i Collegi Gesuiti, inizialmente dedicati solo a coloro  che volevano entrare nell’ordine, e poi trasformati in scuole di preparazione per le classi dirigenti in Europa.
Il Collegio gesuitico viene realizzato nel quartiere dell’Albergheria, a pochi passi dal mercato di Ballarò, dove già si trovava la Chiesa di Santa Maria della Grotta che fu poi inglobata nella nuova costruzione.
I lavori di costruzione della nuova chiesa terminano nel 1577 e a partire dal 1598 viene abbellita in perfetto stile barocco.

L’interno della Chiesa del Gesù di Casa Professa a Palermo


Ad una facciata tutto sommato semplice, posta in cima ad una scalinata, si contrappone l’interno ampio, sontuoso, luminoso, emozionante e ricco di decorazioni.
La chiesa è molto ampia, composta da 3 navate divise da due file di colonne centrali. Le navate laterali sono impreziosite a loro volta da numerose cappelle decorate in ogni superficie, come una sorta di paura del vuoto! Ogni cappella crea un’ambiente a se stante, delimitato da pareti e da archi a sesto acuto che permettono di immettersi nelle altre cappelle.

Il “caotico” intrecciarsi si sculture, dipinti e decorazioni varie, oltre che a soddisfare un senso estetico, ha un profondo significato simbolico. Infatti tutti gli ornamenti della chiesa, delle cappelle laterali e del presbiterio non sono casuali, ma seguono un simbolismo che glorifica il nome di Gesù, le figure dei santi, della Madonna e della Sacra Famiglia, in perfetta armonia con quella che era la missione della Compagnia del Gesù e con lo spirito barocco in generale.

Splendida anche la zona del presbiterio, con numerosissime e ricchissime decorazioni anche dietro l’altare.  Considerate che le foto che ho pubblicato sono solo una piccolissima parte di quello che si può trovare ed ammirare all’interno della chiesa. Uno spettacolo che va tutto goduto in presenza!

Come visitare la chiesa


La chiesa è aperta tutti i giorni e si può visitare liberamente la navata centrale. Per la visita delle navate laterali, del presbiterio e del museo occorre pagare un biglietto. Per maggiori dettagli potete visitare il sito https://www.casaprofessa.com/

Curiosità: il barocco e le sue decorazioni


Il barocco è uno stile artistico che nasce in Italia (e più precisamente a Roma) tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo, ed è fortemente influenzato dalla Controriforma, ovvero la risposta della Chiesa Cattolica alla riforma Protestante. Lutero aveva attaccato molti punti salienti della religione cattolica, come l’importanza dei santi, della Madonna e dell’eucarestia. La Chiesa Cattolica, dopo avere accusato il colpo, risponde invece puntando l’attenzione e mettendo sotto i riflettori proprio quelle figure e quegli aspetti che il protestantesimo negava, e per fare ciò si avvale dell’arte. Vengono commissionate opere e vengono decorate le chiese in modo capillare: prevale la teatralità, la spettacolarità e l’emozione che ogni fedele deve provare (e che realmente prova) tutte le volte che varca la soglia di una chiesa.
La Chiesa del Gesù di Casa Professa è una di quelle chiese che meglio rappresentano queste scelte stilistiche e artistiche.

Informazioni su Giusy Vaccaro 432 Articoli
Autrice del blog Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.