U Signuruzzu a cavaddu

A Caccamo arriva ” U SIGNURUZZU A CAVADDU “

La domenica delle Palme a Caccamo va in scena la rievocazione della più antica tradizione di questo paese : “U Signuruzzu a cavaddu” . Questa manifestazione, di chiare origini bizantine, rievoca l’entrata di Cristo a Gerusalemme e vede protagonisti

Bambini festanti con in mano ramoscelli d’ulivo e campanelle, precedono, al suono delle campane di tutte le Chiese, l’ingresso in paese di un chierichetto che nella fantasia popolare rappresenta Gesù che cavalca un asinello bardato ed infiorato con accanto gli apostoli : dodici ragazzi che reggono in mano dei lunghi rami di palme che lungo il percorso spesso si intrecciano formando degli archi sotto i quali transita il festeggiato. Quello che distingue questa tradizione è proprio l’età dei protagonisti. Difatti sia Gesù che i 12 apostoli sono impersonati da bambini e tantissimi ragazzi. “LUI” è il più piccolo degli aspiranti “ russuliddi “ in abito talare ed accessori di colore completamente rosso. Accompagnati dalla banda musicale che vanta il titolo della “ più antica d’Italia, perché ha una storia di 225 anni !!! “ .

L’intero corteo – sempre più folto – percorre tutto il centro storico fermandosi in almeno cinque Chiese al suono diverso di tantissime campane. La sfilata si conclude nella spettacolare e scenografica Piazza Duomo dove l’arciprete accoglie“ GESU’ CHIERICHETTO “ solennemente e benedicendo entrambi la folla.

Si ringrazia per il testo e la foto il sig. Giovanni Aglialoro dell’Associazione Sicilia e Dintorni.
Per maggiori chiarimenti sulla manifestazione e su Caccamo in generale potete rivolgervi all’associazione stessa (091.8121312 + 339.3721811 + 091.8149744  oppure  : siciliaedintorni@alice.it    ;    infocaccamo@libero.it).

 

 

Articoli correlati

  • presepe vivente in siciliaI più bei presepi viventi in Sicilia Quella del presepe vivente è una tradizione che da diverso tempo è molto sentita in Sicilia e che ogni anno attira migliaia di visitatori. Sono tantissime le […]
  • Archi di Pasqua di San Biagio PlataniGli Archi di Pasqua di San Biagio Platani Sebbene conti all'incirca 3000 abitanti, il paese di San Biagio Platani, in provincia di Agrigento, ogni anno diventa protagonista di una delle tradizioni […]
  • Frutta martoranaLa festa dei morti in Sicilia La Sicilia è terra ricca di tradizioni e feste popolari molto antiche che si tramandano da generazioni e che ne fanno una regione affascinante e allo stesso […]
  • Festa di S. Giuseppe in SiciliaFesta di S. Giuseppe in Sicilia Nel ricco panorama delle feste e tradizioni siciliane, quella in onore di San Giuseppe occupa sicuramente uno dei primi posti quanto a partecipazione e […]
  • La via Crucis di AspraLa via Crucis di Aspra Una delle rappresentazioni della Via Crucis più sentite e appassionanti in Sicilia è sicuramente quella di Aspra, in provincia di Palermo, che dalla fine […]
  • arancinaLa festa di Santa Lucia a Palermo e le arancine Il 13 dicembre, festa di Santa Lucia, è uno dei giorni più attesi dell'anno nella città di Palermo, il giorno che vede trionfare una delle pietanze più […]

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

One thought on “A Caccamo arriva ” U SIGNURUZZU A CAVADDU “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *