Modica

Duomo di San Giorgio a Modica: capolavoro di arte barocca

Posto in cima ad una pittoresca scalinata di 260 gradini, il Duomo di San Giorgio, oltre ad essere il simbolo della città di Modica, è da molti considerato anche  il monumento simbolo del barocco in Sicilia. Questa monumentale chiesa si trova nella zona della città che collega la parte bassa con la parte bassa ed è uno spettacolo per gli occhi, sia all’esterno che all’interno.

Le sue origini risalgono al 1150, quando con una bolla pontificia la chiesa veniva posta sotto la tutela del Monastero di Mileto in Calabria. Ma ben poco rimane di quel primo edificio. I numerosi terremoti del 1542, 1613 e 1693 infatti l’hanno fortemente danneggiata, al punto che si preferì demolirla e ricostruire una chiesa nuova sopra quella già esistente. Il risultato è questo meraviglioso capolavoro  inserito nella Lista Mondiale dei Beni dell’Umanità dell’UNESCO.

Duomo di San Giorgio Modica

L’imponente facciata è di quelle che lasciano senza fiato.  Impossibile non notarla, impossibile rimanere impassibili, impossibile non amarla. La scalinata, composta da più ripiani, ricorda in qualche modo Trinità dei Monti a Roma. E se l’esterno vi ha lasciati senza fiato, non rimarrete di certo delusi dall’interno. Molte sono le opere significative presenti nel duomo.

Polittico di Bernardino Nigro

Dietro l’altare maggiore si trova un polittico composto da 9 riquadri disposti in 3 file da 3: nel primo ordine dal basso sono rappresentati San Giorgio e San Martino, i due Santi Cavalieri e Guerrieri, che hanno una devozione particolarmente viva in tutta la Contea di Modica; nel secondo ordine vengono rappresentati i Misteri Gaudiosi e nel terzo i Misteri Gloriosi. Elegante ed estremamente ricca è l’ampia cornice in legno scolpito e dorato con elementi manieristici. Il polittico, inizialmente attribuito a Girolamo Alibrandi, detto anche il Raffaello di Sicilia, in seguito è stato attribuito a Bernardino Niger.

Tra le opere più significative segnaliamo anche una meridiana solare, disegnata dal matematico Armando Perini nel 1895, che segna sul pavimento il mezzogiorno locale.

GALLERIA FOTOGRAFICA

FotoGiusy Vaccaro

Come Arrivare

 

Articoli correlati

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

3 thoughts on “Duomo di San Giorgio a Modica: capolavoro di arte barocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *