Duomo-di-Cefalù

Il Duomo di Cefalù, tesoro di arte arabo-normanna

Il Duomo di Cefalù è uno dei monumenti più rappresentativi dell’arte arabo-normanna in Sicilia e dal 3 luglio 2015 è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Fu edificato nel 1131 per volontà di Ruggero II d’Altavilla, re di Sicilia, Puglia e Calabria, in seguito ad un voto che lo stesso re fece al Santissimo Salvatore.

La leggenda narra infatti che durante un viaggio in mare da Salerno a Palermo, la nave del re si imbatté in una terribile tempesta che non faceva presagire nulla di buono. In preda al panico il re fece voto al Signore di erigere una grandissima ed imponente chiesa se lui ed il suo equipaggio si fossero salvati. Poiché la nave e tutti i suoi passeggeri giunsero sani e salvi sulle coste di Cefalù, è qui che il re decise di edificare la chiesa, a gloria del Santissimo Salvatore e dei Santi Pietro e Paolo.

Duomo di Cefalù

Il progetto di Ruggero II era così maestoso che i lavori non furono per nulla semplici e poiché si protrassero anche negli anni a seguire, la chiesa mostra una certa mescolanza di stili: romanica, normanna, islamica e bizantina. Il re avrebbe voluto che il duomo diventasse anche mausoleo di famiglia ed è per tale motivo che fece costruire due sarcofagi, uno dei quali era destinato ad accogliere la sua salma. Tuttavia questo suo desiderio non si avverò mai. Infatti Ruggero II morì a Palermo e fu deposto in un sarcofago attualmente custodito nella cripta della Cattedrale. In seguito Federico II fece spostare proprio a Palermo i due sarcofagi rimasti vuoto, destinandoli uno a se stesso e l’altro al padre.

Duomo di Cefalù

Visto dall’esterno il duomo, posto in cima ad una scalinata e con le due alte torri laterali, somiglia più ad un castello che ad una chiesa. L’interno, a tre navate sostenute da colonne classicheggianti ed archi di gusto islamico, è caratterizzato da mosaici sul presbiterio, tra i meglio conservati di tutta la Sicilia, dove spicca il grande Cristo Pantocratore.

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

2 thoughts on “Il Duomo di Cefalù, tesoro di arte arabo-normanna

  1. per favoreeeeeeee vorrei sappere la altezza del duomo in navata centerale anche in le due navate accanto lo (sono stariero spero che troverei una risposta 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *