Scicli veduta aerea

Scicli: un capolavoro di arte barocca

Perché visitare Scicli? Semplice: perché è una città bellissima.
Divenuta Patrimonio dell’Umanità nel 2002, insieme agli altri centri della Val Di Noto, Scicli è la città che non ti aspetti: meno blasonata di Ragusa Ibla o di Modica, ma non per questo meno bella, in questo splendido centro storico, dove antico e moderno coesistono con una straordinaria naturalezza,  si respira un’aria particolare, difficile da descrivere. Il turismo di massa non è ancora arrivato. Al contrario c’è un turismo più consapevole, maturo, che giunge fin qui perché attratto dalle location della fiction del Commissario Montalbano e rimane abbagliato dalla straordinaria bellezza dall’arte tardo barocca che in queste zone trova la sua massima espressione.

Sembra di essere a casa, perché il turista non viene preso in giro, non viene trattato da turista, non gli vengono propinati i soliti prodotti ostentati come simbolo della sicilianeità: qui il turista viene trattato con rispetto, gli viene offerto il meglio. E quando va a mangiare non può che leccarsi i baffi!

Come tutte le città della zona, anche Scicli fu distrutta dal terremoto del 1693. La città fu ricostruita ed arricchita da palazzi e chiese in stile tardo barocco che oggi sono la sua fortuna!

Cosa vedere a Scicli

  • Chiesa di San Giovanni Evangelista
  • Chiesa di San Bartolomeo
  • Chiesa di San Matteo
  • Chiesa di Santa Maria La Nova
  • Chiesa S. Maria della Consolazione
  • Il centro storico di via Francesco Momino Penna
  • Palazzo di Città
  • Palazzo Beneventano
  • Palazzo Fava
  • Palazzo Spadaro

Municipio Scicli - Commissariato di Vigata

In via Francesco Momino Penna trovate alcuni dei monumenti più importanti. A partire dal Palazzo di Città, sede del municipio, divenuto famoso perché nella fiction del Commissario Montalbano rappresenta l’ingresso del commissariato di Vigata.

Al primo piano di questo palazzo troviamo la stanza del sindaco, che sempre nella fiction rappresenta la stanza del questore di Montelusa. La stanza è accessibile tramite visita guidata al costo di € 2,00.

Scicli Chiesa di San Giovanni Evangelista

Particolarmente belli anche Palazzo Spadaro (l’unico visitabile), Palazzo Fava e  Palazzo Beneventano, definito il più bel palazzo Barocco del Mondo. Purtroppo  occorre accontentarsi (si fa per dire) della facciata, poiché essendo privato non è possibile visitarlo.

Accanto al Palazzo di Città si trova la Chiesa di San Giovanni Evangelista, un tempo annessa al monastero delle Benedettine. Al suo interno si trova un quadro particolarissimo, unico al mondo, che rappresenta il Cristo di Burgos  e che fa riferimento ad una scultura lignea del secolo XIV, venerata nella chiesa madre di S. Maria di Burgos.

Il quadro fu donato da una ricca famiglia che aveva legami con la Spagna e rappresenta Gesù Crocifisso, che indossa una lunga gonna bianca che arriva fino alle caviglie, mentre ai piedi si trova un uovo di struzzo. Provate a fare una foto e guardala capovolta: vedrete un lampadario!

Scicli Chiesa di S. BartolomeoLa più bella chiesa di Scicli è sicuramente la Chiesa di San Bartolomeo, ai piedi della montagna e vicino alla zona archeologica. Soffermatevi ad ammirare i bellissimi affreschi sulla volta che raffigurano momenti della vita di San Bartolomeo. Sicuramente non potrete fare a meno di notare l’imponente quadro dietro l’altare che raffigura la morte di San Bartolomeo. La chiesa è famosa anche per per il presepe in legno che rimane esposto tutto l’anno.

Se volete avere una visione panoramica della città, uno dei punti più suggestivi è la salita che porta alla Chiesa di San Matteo. La strada è un po’ ripida e stretta (si può salire solo a piedi) ma ne vale la pena. Dall’alto si può ammirare sulla destra la Chiesa di S. Maria La Nova, e sulla sinistra …..

Oltre alle visite di chiese e palazzi concedetevi qualche momento di relax.  Assolutamente imperdibile la colazione con granita di mandorle o gelsi e brioches calda e fragrante, da gustare in piazza, al mattino, davanti il palazzo del municipio. Meraviglia!

 

 

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

4 thoughts on “Scicli: un capolavoro di arte barocca

  1. Abbastanza esauriente nelle informazioni come raggiungere i luoghi di Montalbano, l, ultima volta che sono venuto in Sicilia, ho visto ben poco in confronto a quello che é nel servizio. Oltre Punta Secca e Modica, ė stata una rincorsa perchė dovevo per forza di cose, rientrare a Gela, non distante da questi meravigliose localitã. Premetto che anche io sono nato nella nostra Sicilia, bellissima, fantastica e misteriosa terra, ia mia famiglia ė emigrata in Toscana nel 1948, ed ė da quel anno che vivo in questa regione, allora avevo poco piū di 3 anni.
    Grazie delle tante informazioni e le auguro buon lavoro.
    Pino.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *