Cosa vedere a Mussomeli: dal castello medievale al centro storico

Santuario Madonna dei Miracoli Mussomeli

Era da tanto tempo che desideravo visitare Mussomeli, attratta sia dal suo splendido e ancora molto ben conservato castello, sia dalla storia di questo borgo che ebbe una grande importanza soprattutto in età medievale. E così, un fine settimana di novembre, sono riuscita a soddisfare questo desiderio e tutte le mie curiosità. Devo ammettere che le condizioni meteo inizialmente non sembravano tra le più favorevoli: siamo infatti stati accolti da pioggia, freddo e nebbia che avrebbero scoraggiato anche i più temerari, ma come si dice, la fortuna aiuta gli audaci, e noi siamo stati aiutati parecchio. Poco dopo è arrivato in soccorso il vento che ha spazzato via le nubi e ci ha regalato un cielo splendido (che potete in qualche modo apprezzare dalle foto).
In questo articolo troverai tutte le indicazioni per scoprire Mussomeli e i suoi numerosissimi tesori, e godere delle piacevoli atmosfere che sa regalare.

  1. Informazioni su Mussomeli: storia e ubicazione e curiosità
  2. Cosa vedere a Mussomeli: il centro storico
  3. La chiesa madre di S. Ludovico
  4. Santuario della Madonna dei Miracoli
  5. Altre chiese e monumenti
  6. Cosa vedere e Mussomeli: il Castello Manfredonico
  7. Dove dormire a Mussomeli
  8. Eventi a Mussomeli

Informazioni su Mussomeli: storia e ubicazione e curiosità


MussomeliMussomeli è un comune dell’entroterra siciliano, in provincia di Caltanissetta, a metà strada tra Palermo e Agrigento. Il paese sorge su una zona collinare, a 765 m.s.l.m, e, se conoscete il paesaggio tipico di queste parti, non vi sarà difficile immaginare lo spettacolo che potete ammirare da quassù. Passeggiando lungo la parte più antica, ovvero il centro storico, sicuramente noterete il tipico impianto medievale con le stradine strette e lastricate, in alternanza tra salite e discese, disseminate di antichi palazzi e chiese storiche. Eppure abbiamo tracce di vita in questa zona già fin dai tempi più antichi.
Questa zona infatti, oltre a fornire una naturale protezione dall’attacco di potenziali nemici, è ricca di terreni fertili e per questo motivo molto ambiti. Qui si sono alternati sicani, siculi, greci, romani, bizantini e arabi. E non dobbiamo dimenticare che la Sicilia era considerata il granaio dell’impero romano.
Come vi ho detto prima il periodo più importante, che di fatto ha dato assetto alla città, è quello medievale e tra i personaggi da ricordare spicca Manfredi Chiaramonte III, colui che ha fatto costruire, tra le altre cose, anche il castello (non a caso il castello viene chiamato Manfredonico). Dopo la caduta dei Chiaramento a Mussomeli si succedono numerose altre famiglie nobiliari che contribuiscono ad arricchire la città e a regalarcela oggi in tutto il suo splendore.

Volevo segnalarvi anche una curiosità che per molti potrebbe risultare interessante: per evitare lo spopolamento della città, dovuto all’emigrazione, da qualche tempo è possibile acquistare una casa a Mussomeli al costo di € 1.

Il centro storico di Mussomeli


Tappa imperdibile a Mussomeli è la visita del suo centro storico. Lasciatevi guidare dall’istinto e perdetevi tra le sue stradine: ne rimarrete incantati. Prendetevi il vostro tempo (suggerisco circa un paio di ore) perché ad ogni angolo la vostra attenzione verrà catturata da scorci suggestivi, antiche chiese, santuari, torri, palazzi nobiliari, piazze e tanto altro ancora. Ma se volete dei punti di riferimento su cosa vedere a Mussomeli ecco alcuni degli edifici più prestigiosi che dovete assolutamente vedere. Alcuni di questi edifici sono chiusi al pubblico e aperti solo in circostanze particolari, e quindi potrete ammirarne solo l’esterno; altri invece sono visitabili anche all’interno e vi stupiranno con incredibili tesori.

Noi ci siamo lasciati guidare dai gentilissimi e preparati ragazzi della Pro Loco di Mussomeli, che con grande passione ci hanno fatto rivivere le atmosfere tipiche di Mussomeli.

La chiesa madre di S. Ludovico


Chiesa madre S. Ludovico Mussomeli

Da non perdere, tra le cose da vedere a Mussomeli, è la chiesa madre dedicata a S. Ludovico. La noterete sicuramente perché la sua facciata e il suo campanile a vela spicca da diversi punti panoramici. La chiesa è stata fatta costruire sempre da Manfredi Chiaramonte III, ed inizialmente era dedicata a S. Giorgio. Ma come spesso accade alle chiese di origine medievale, è stata successivamente ampliata e arricchita in età barocca.

Chiesa di S. Ludovico Mussomeli interno

Questa è una delle chiese che viene aperta tutti i giorni e quindi non lasciatevi sfuggire l’occasione per ammirare gli splendidi interni, con i soffitti bianco e azzurri e l’altare con la statua lignea della Madonna del Soccorso.

Il Santuario della Madonna dei Miracoli


Santuario Madonna dei Miracoli Mussomeli

Altra tappa da non perdere a Mussomeli è il Santuario della Madonna dei Miracoli (e anche questa chiesa la potete visitare all’interno). Dietro al nome di questa chiesa e di questa Madonna si cela una bellissima leggenda: si narra infatti che l’8 settembre del 1540 un paralitico, che si trovava a passare dalle parti di Mussomeli, colto da stanchezza e da sofferenza decise di fermarsi lungo la strada e di riposare su un campo. Al suo risveglio ebbe una graditissima sorpresa: era guarito e poteva camminare, correre e saltare senza più problemi.

Ovviamente si gridò al miracolo e quando scavarono nel punto in cui il paralitico aveva dormito, trovarono una lastra di pietra con dipinta una Madonna col Bambino. La Madonna fu ben presto ribattezzata come Madonna dei Miracoli, anche in virtù dei numerosi miracoli che compì nel corso del tempo. Ovviamente un simile prodigio necessitava di essere celebrato in una chiesa degna del suo nome, ed è per questo che venne realizzata la chiesa che oggi possiamo ammirare.
La chiesa è stata completata, dopo diversi interventi, nel 1730 e lo stile barocco lo possiamo ammirare sia all’esterno che all’interno. Nella cripta (anche essa visitabile) è possibile invece ammirare la pietra con la Madonna col Bambino.

Altre chiese ed edifici del centro storico di Mussomeli


Come vi ho detto prima, lasciatevi ispirare dalle emozioni e perdetevi tra i vicoli. Potrete così ammirare la Chiesa di Santa Margherita (la più antica presente a Mussomeli), la  Chiesa di S. Antonio Abate, la Chiesa di San Giovanni, e tantissime altre ancora.
Tra gli edifici civili meritano attenzione il nobiliare Palazzo Trabia, la Torre civica della metà del ‘500 e l’ottocentesco orologio, Palazzo Sgadari, Palazzo Mistretta e molto altro ancora.

Cosa vedere a Mussomeli: il Castello Manfredonico


Castello di Mussomeli

Un capitolo a parte merita il castello di Mussomeli, detto anche Castello Manfredonico, perché fatto costruire appunto da Manfredi Chiaramonte. Sul castello c’è molto da dire e dedicherò un articolo a part solo per questo, da inserire nella sezione dei castelli di Sicilia. Per ora vi dico solo che è stato costruito praticamente incastonato nella roccia e che ci sono ancora intatte diverse stanze con i mobili originali. Un vero capolavoro di perfetta fusione tra ingegno umano e natura. Una visita immancabile soprattutto se amate queste antiche principesche dimore.

Dove dormire a Mussomeli


Durante il nostro soggiorno a Mussomeli abbiamo dormito presso il b&b Musmelia Rooms e ci siamo trovati benissimo. La posizione è eccezionale perché si trova a Piazza Umberto I, praticamente adiacente al centro storico che si può tranquillamente girare a piedi. Inoltre nella piazza si trova facilmente parcheggio, ci sono numerosi locali dove potere mangiare, e da qui in auto si possono raggiungere sia il castello che le zone limitrofe.


Booking.com

La nostra camera era piuttosto grande, pulitissima, luminosa, con vista panoramica, silenziosa e molto confortevole. Considerate che all’esterno di notte c’erano 7 gradi e noi abbiamo dormito benissimo.

Anche la colazione è stata super. A cominciare dalla location che con le sue ampie vetrate offre una splendida vista panoramica. Vista panoramica che può essere goduta in pieno affacciandosi dalla terrazza che dà proprio su Piazza Umberto. La scelta è molto varia, sia dolce che salata, con prodotti freschi e tipici. Abbiamo apprezzato anche la gentilezza e la disponibilità della proprietaria che ci ha fatti sentire a casa. Ci ha anche offerto la possibilità di usufruire della stanza fino al pomeriggio, dal momento che non era occupata. Piccole accortezze che fanno la differenza!

Eventi a Mussomeli


La città di Mussomeli è molto legata alle tradizioni, sia di tipo religioso, sia di tipo culinario, sia di tipo culturale. Sono molte quindi le occasioni per tornare. Fra tutte vi segnalo:

  • Sagra della Guastedda, il 7 e 8 dicembre. In occasione della festa dell’Immacolata viene preparata la guastedda, un dolce tipico di questo periodo, da gustare tra caratteristici mercatini di Natale;
  • Sagra della ricotta e del cannolo, in occasione della Festa di San Pasquale, i primi di maggio;
  • Festa del Castello e Antica Fiera del bestiame, tra fine agosto e primi di settembre. Un corteo che rievoca le atmosfere e i costumi medievali anima le strade del paese e le stanze del castello.
  • Festa di Maria SS. dei Miracoli, 8 e 15 settembre
  • Settimana Santa, molto sentita a Mussomeli

 

Informazioni su Giusy Vaccaro 432 Articoli
Autrice del blog Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.