Panoramica_senza-titolo2.jpg

Isole Eolie, le 7 perle del Mediterraneo

Formato da 7 isole tutte di origine vulcanica, l’arcipelago delle Eolie è quanto di più si possa avvicinare al concetto di paradiso terrestre.  7 isole simili a 7 sorelle, con tanti aspetti simili perché figlie della stessa madre, la Sicilia, ma con caratteri diversi, mai uguali l’una all’altra.
E sono proprio queste similitudini/differenze a renderle così affascinanti, così meritevoli di essere visitate tutte quante, così uniche. Si riescono facilmente a vedere dalla costa messinese e, nelle giornate con il cielo molto terso, si riescono a scorgere persino dal golfo di Palermo.
Ad accomunarle la natura selvaggia ed incontaminata, il mare limpido dai colori più belli, panorami mozzafiato visti dall’alto e ovviamente buon cibo.
Conosciamole assieme, una dopo l’altra, partendo da ovest e spostandoci verso est.

ALICUDI

Alicudi
L’isola di Alicudi è la più occidentale dell’arcipelago, ed è sicuramente la più selvaggia tra le 7 isole. Basti pensare che qui non esistono strade (eccezion fatta per una piccola stradella di poche centinaia di metri asfaltata in cemento), non esistono mezzi di trasporto, ci si muove a piedi e si utilizzano i muli per trasportare la merce. Più paradiso incontaminato di così!  Non ci sono molte spiagge e sono tutte rocciose. Una escursione interessante è quella sulla cima del Monte Filo dell’Arpa, dal quale si può ammirare il bellissimo panorama e avere una visione a 360° della natura selvaggia dell’isola, dominata da piante di capperi e fichi d’india. E’ abitata da un centinaio di persone e l’economia si basa sull’agricoltura che sfrutta il terreno molto fertile.

FILUCUDI

2015 Isole Eolie-139.jpg
Anche Filicudi si presenta come un’isola dall’aspetto molto selvaggio. A differenza di Alicudi qui una strada c’è e collega i tre centri abitati dell’isola, ma circolano pochissime auto e la sensazione di pace e silenzio prende il sopravvento. Imperdibile è il giro in barca per ammirare l’arco di roccia di Punta Perciato, gli splendidi colori della Grotta del Bue Marino, e il caratteristico scoglio alto e affusolato, simbolo dell’isola, chiamato La Canna.

LIPARI

Isole Eolie: Lipari sotto i piedi, Vulcano sotto gli occhi

Lipari è l’isola più grande e più abitata di tutto l’arcipelago. Qui le strade ci sono e le machine possono circolare, tuttavia il fascino della natura selvaggia si mantiene e si respira in ogni angolo. La spiaggia più grande è quella di Canneto, dell’omonimo centro abitato, formata da piccoli ciottoli e con un mare cristallino. Imperdibile è l’escursione alle Cave di Pomice, che si possono ammirare meglio dalla barca: immaginate questa bianca parete rocciosa che finisce sul mare e regala un fondale con splendide variazioni di colore verde acqua. Impossibile non fare un bagno qui. 

VULCANO

 

Vulcano

L’isola di Vulcano, la più a sud di tutto l’arcipelago, non si chiama così a caso! Infatti è formata non da uno bensì da 3 vulcani, Monte Aria, Vulcanello e il Gran Cratere, l’ultimo dei quali è l’unico ancora attivo. E’ veramente un’isola singolare, capace di regalare emozioni uniche, come la possibilità di “toccare con mano” le attività di questo vulcano. Qui l’odore di zolfo, che viene frequentemente spruzzato dalle pareti rocciose, è persistente, anche se si finisce col farci l’abitudine.  Alle spalle del Porto Levante si trova la Pozza dei Fanghi, questa piscina naturale di fango sulfureo caldo, dove è possibile immergersi. Entrate sempre con le scarpe se non volete rinunciare alla possibilità di camminare per una settimana! Se siete amanti delle escursioni non perdetevi quella sul Gran Cratere.

SALINA

Monte dei PorriSe la guardi dal mare l’Isola di Salina ha la forma di un dorso di un cammello, con le due gobbe formate da due montagne, unite da una striscia di terra e tutte ricoperte di vegetazione. Non a caso l’isola è considerato il polmone verde delle Eolie. Il terreno molto fertile produce uve molto particolari con le quali si realizza la Malvasia delle Lipari, un vino tipico dal sapore molto dolce. Qui si coltivano anche i cucunci, una particolare varietà di capperi. A Salina è stato girato il film Il Postino, ultimo film di e con Massimo Troisi, e con Philippe Noiret.

PANAREA

 

Panarea è la più piccola delle isole dell’arcipelago eoliano, ma anche una delle più note e più “modaiole”. Scordatevi la pace ed il silenzio di Alicudi o Filicudi e preparatevi alla presenza di molti locali, negozietti, ristoranti ed una frenetica vita notturna. Non a caso è stata definita la Capri delle Eolie! Questo tuttavia non pregiudica tutti gli altri aspetti in comune con le altre isole. Le spiagge dai bellissimi fondali non mancano. Suggeriamo l’isolotto di Basiluzzo, lo scoglio Lisca Bianca, Cala Junco e Cala Milazzese.

 

STROMBOLI

 

Nighttime eruptions of Stromboli
E dopo la movida di Panarea si torna alla pace e alla tranquillità con Stromboli, la più a nord delle isole, più vicina alla Calabria che alla Sicilia e facilmente raggiungibile dal porto di Napoli. Stromboli è un vero angolo di paradiso, con le sue tranquille spiagge di sabbia nera e brillante che anche in pieno agosto sapranno donarvi la sensazione di pace, e quel vulcano sempre attivo che regala spettacoli tutte le notti. Non a caso i romani lo definivano il faro del Mediterraneo, perché le sue luminose eruzioni erano visibili da lontano e aiutavano ad individuare la rotta.

COME ARRIVARE

Le isole Eolie sono raggiungibili solo via mare. Non esistono aeroporti in nessuna di esse. Sono diverse le compagnie di navigazioni che forniscono servizio sia con aliscafo che con traghetto.

Aliscafi per le Eolie

  • Siremar: collegamenti con Napoli e Milazzo
  • Snav: collegamenti con Napoli
  • Ustica Lines: collegamenti con Milazzo, Messina e Palermo
  • Alilauro: collegamenti con Napoli

Traghetti per l’Eolie

  • Ngi: collegamenti con Milazzo
  • Siremar:  collegamenti con Napoli e Milazzo

Articoli correlati

  • Ponte NasoSpiaggia di Ponte Naso: relax, mare pulito e tartarughe Non è probabilmente tra le spiagge più rinomate e famose di tutta la Sicilia, ma è indubbiamente tra quelle più belle, più tranquille e più rilassanti di […]
  • Spiaggia di MacariLa spiaggia di Macari Bue Marino A pochi chilometri dalla rinomata, bellissima  ed affollata spiaggia di S. Vito Lo Capo si trova la spiaggia di Macari, che si ricava il suo spazio a metà […]
  • TusaCastel di Tusa: mare, arte e cultura A metà strada tra Palermo e Messina si trova il piccolo e delizioso borgo marinaro di Castel di Tusa, frazione del comune di Tusa.  Nove km di spiaggia […]
  • Torre Faro MessinaTorre Faro e lo Stretto di Messina Torre Faro, meglio conosciuta come Capo Peloro, o semplicemente lo Stretto di Messina, è uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Sicilia. In questo lembo di […]
  • favignanaLe più belle spiagge e calette di Favignana La chiamano così, la "farfalla sul mare", per via della  sua particolare forma vista dall'alto. Stiamo parlando di Favignana, la più grande delle […]
  • Spiaggia di CapaciIsola delle Femmine A pochissimi chilometri da Palermo, in direzione Trapani, si trova un bellissimo lungomare che parte da Barcarello, passa per Sferracavallo e arriva ai comuni […]

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

2 thoughts on “Isole Eolie, le 7 perle del Mediterraneo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *