Cannoli

I 10 dolci siciliani da assaggiare almeno una volta nella vita

Dite quello che volete, ma i dolci siciliani sono i migliori al mondo! E non lo dico solo per campanilismo, o perché li mangio da tutta la vita, ma semplicemente perché dietro ogni dolce, sia che si tratti di alta pasticceria o di un dolce povero, sia di fronte ad una monumentale opera d’arte o davanti a pochi e semplici ingredienti, c’è sempre una storia da raccontare; ci sono ingredienti tipici del territorio che magari sono arrivati a noi grazie alle precedenti dominazioni; c’è un mondo intero racchiuso dentro ad ogni piccolo morso; tradizioni che si tramandano di generazione in generazione, da padre in figlio, da nonna a nipote; dolci delle feste, dolci associati ad un momento particolare, dolci da consumare la domenica dopo un pranzo in famiglia.

Ecco, per questi e per altri mille motivi, la pasticceria siciliana per me rimarrà sempre sul tetto del mondo.
Qui di seguito ho voluto fare una lista di alcuni dei dolci più buoni e rappresentativi del’isola, quelli che dovrebbero essere assaggiati almeno una volta nella vita, soprattutto qui in Sicilia, dove gli ingredienti sono freschi. Come sempre non prendetela come una classifica, ma solo come una lista.

 CASSATA SICILIANA

Cassata Siciliana

E’ indubbiamente il dolce siciliano più famoso al mondo, considerato da tutti la regina della pasticceria! Elegante, riccamente addobbato, sfarzoso, dai sapori intensi, per i veri estimatori dei dolci. Così bella da essere considerata anche la torta delle feste più importanti (Pasqua e Natale su tutti).

CANNOLI

Cannoli siciliani

Se la cassata è la regina della pasticceria siciliana, i cannoli sono indubbiamente i principi. Anche loro famosissimi in tutto il mondo, sono un tripudio di bontà, immancabili dopo un pranzo domenicale. Un cuore tenero di ricotta avvolto da una cialda croccante, sono la base di questo dolce che nelle varie versioni può essere arricchito con frutta candita, gocce di cioccolato, scaglie di pistacchi. In ogni caso il palato non può che ringraziare.

SFINCIA DI SAN GIUSEPPESfincia di San Giuseppe

Terzo fantastico dolce che vede protagonista la crema di ricotta, a dimostrazione del fatto che questo ingredienti è piuttosto apprezzato in Sicilia. La sfincia è un dolce tipico della festa di San Giuseppe, anche se praticamente si trova tutto l’anno, con una base formata da un impasto spugnoso fritto e ricoperto appunto con crema di ricotta. La frutta candita e la granella di pistacchio servono ad impreziosire un dolce già di per se fantastico.

FRUTTA DI MARTORANAFrutta martorana

Abbandoniamo la crema di ricotta per abbracciare un altro ingrediente fondamentale della pasticceria siciliana: le mandorle. Nella fattispecie parliamo di pasta di mandorle, detta anche pasta reale o martorana (dal nome della chiesa dove ha avuto origine). Con questo impasto, durante la festa dei morti, si creano dei dolci che hanno forma di frutta di vario tipo. Il tutto ovviamente realizzato e decorato a mano. Una squisitezza bella da vedere e buona da mangiare.

PECORELLA DI PASQUA

Pecorelle Pasqua 2013L’impasto è assai simile a quella della frutta martorana, ma il risultato è completamente diverso. Stiamo parlando della pecorella di Pasqua, che viene appunto realizzata per la festa della resurrezione di Cristo. Anche in questo caso tutto viene realizzato a mano e la tradizione vuole che la pecorella non sia da sola, ma accompagnata da tutta la famiglia (padre, madre e due figlioletti), con tanto di bandierina e ovetto di cioccolato a decorazione. A Favara esiste anche la versione con cuore di crema di pistacchio.

PARFAIT DI MANDORLE

Parfait di mandorleQuale è il modo migliore per concludere un pasto? Ma ovviamente un parfait di mandorle, un semifreddo delizioso (e anche piuttosto calorico, ma questo non lo diciamo troppo in giro…), fresco, squisito, rigorosamente ricoperto di cioccolato fondente fuso e scaglie di mandorle. Che cosa si può volere di più dalla vita?

BIANCOMANGIARE

biancomangiareConcludiamo il nostro affascinante viaggio nel mondo delle mandorle con un dolce davvero molto particolare, il Biancomangiare, realizzato non più con martorana ma con latte di mandorla, e aromatizzato con scorza di limone e frutta secca tritata. Un dolce molto delicato ed elegante, capace di accontentare i palati più raffinati.

BUCCELLATO

buccellatoSe la tradizione italiana vuole che i dolci tipici della festa natalizia siano il panettone ed il pandoro, nella tradizione culinaria siciliana c’è un dolce molto amato, che riesce a reggere piuttosto bene il confronto, e che non può mancare in tutte le nostre tavole: il buccellato (cucciddatu). Protagonista in questo caso sono i fichi secchi, con i quali si prepara una farcia arricchita con mandorle, noci, uva sultanina, cannella e cioccolato. Una delizia alla quale è impossibile sottrarsi!

AFRICANOafricano

Se amate il cioccolato allora non potrete fare a meno di amare questo dolce. Si tratta di un rotolo di pan di spagna, ripieno di cioccolato morbido e ricoperto da un velo di cioccolato croccante. Le parti più estreme sono decorate con granella di pistacchio. Una goduria per il palato.

GRANITA CON BRIOCHE

[Taormina] [cibo] granita caffè con panna e briocheIn tutta la Sicilia orientale la granita con brioche e panna è un’istituzione, un connubio perfetto. Solitamente consumata a colazione (ma ovviamente disponibile a tutte le ore del giorno), rappresenta un momento di relax durante le lunghe e calde giornate estive. Da provare i vari gusti: fragola, caffé, mandorle, gelsi, pistacchio, limone, ecc…

Ed eccoci qui, alla fine della lista. Avevamo detto che dovevano essere i 10 dolci siciliani più buoni, ma come sempre non tutti sono riusciti ad entrare nella lista. Ed allora mi pare più che doveroso quantomeno menzionare la pasticceria mignon, le minne di Sant’Agata, la torta Savoia, la cuccia, la pignoccata… e la lista potrebbe continuare all’infinito.

 

Articoli correlati

  • Palermo vista dall'alto10 cose assolutamente da vedere a Palermo Booking.com // Che Palermo sia una città assolutamente da vedere almeno una volta nella vita questo è poco ma sicuro. L'Unesco ha definito il suo […]
  • taormina10 cose assolutamente da vedere in Sicilia Anche se è un po' scorretto siamo costretti ad iniziare questa guida con una più che doverosa premessa: scegliere 10 luoghi della Sicilia da vedere non è […]
  • IMG_6313Le 10 più belle spiagge della Sicilia Fare una classifica con le 10 più belle spiagge di Sicilia non è certo un'impresa facile. Perché di spiagge bellissime, di location affascinanti, di luoghi […]
  • La Sfincia di S. GiuseppeLa Sfincia di S. Giuseppe Entrare in una pasticceria siciliana è un'esperienza che mette a dura prova anche i palati più morigerati e salutisti, ma provate ad entrare il 19 marzo, […]
  • Pupu cu’ l’ova (o cuddura)Pupu cu’ l’ova (o cuddura) A Palermo viene chiamato "Pupu cu' l'ova", a Catania "Cuddura cu' l'ova", a Trapani "Campanaru", in altri luoghi "Panaredda" o "Palummedda": cambia solo il […]
  • buccellatoDolci siciliani natalizi: il buccellato Il Natale è una di quelle feste durante le quali si mangia davvero tanto, grazie anche alle infinite pietanze tipiche di questo lungo periodo. I più attesi […]

About Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Giusy Vaccaro

Direttore responsabile, redattore e fotografo di Io Amo La Sicilia. Nata e cresciuta a Palermo, amo la mia terra, nonostante le sue infinite contraddizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *